Stautua bronzea di Giulio Cesare

 

Davanti alla facciata principale del Comune di Cividale del Friuli è collocata dal 1935 la statua di Giulio Cesare, fondatore della cittadina ducale. E’ copia bronzea di un’opera in marmo di epoca Traianea conservata al Campidoglio a Roma.

Il dono regale della statua che il Duce ha voluto offrire alla città di Cividale ha un doppio significato: solenne ringraziamento e riconsacrazione della romanità del classico Forum Iuli, monito severo ai nemici d’Oltralpe.

Il dittatore è in questo frangente raffigurato come imperator, con corazza e paludamento. La figura maschile stante con la gamba destra tesa e la sinistra leggermente flessa e portata all'indietro, la testa è rivolta a destra, il braccio sinistro è flesso e proteso in avanti, il destro è disteso lungo il fianco. Il personaggio indossa una corta tunica, corazza e mantello.

Recuperando i filoni originali del mito friulano di fondazione cesariana del Forum Iulii, non mero avamposto latino contro i cosiddetti "barbari", ma crocevia e compendio di tutte le nazioni e lingue "citramarine" ovvero europee, dal 2011, presso quella statua, in occasione delle Idi di Marzo, anniversario dell'assassinio di Giulio Cesare, viene ogni anno deposto un omaggio floreale in onore del padre eponimo di un Friuli cuore internazionale del Vecchio Continente, ciò nella cornice di un'iniziativa popolare spontanea, coinvolgente in genere cittadinanza, amministratori e scolaresche del territorio, avviata dal Circolo Universitario Friulano "Academie del Friûl" e dal Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic", sodalizi impegnati oramai da decenni nella promozione di un rinnovamento della cultura civica procedente dal Friuli Venezia Giulia.

Simbolo della Città il monumento impera possente in uno dei luoghi più importanti del centro cittadino.

 

Documenti aggiuntivi