Una vita nella luce preziosa. Rassegna di gioielli e sculture

 

UNA VITA NELLA LUCE PREZIOSA. RASSEGNA DI GIOIELLI E SCULTURE

 

INAUGURAZIONE: sabato 14 dicembre alle ore 18.30 presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti Cividale del Friuli/UD

Presenta Enzo Santese

La mostra sarà aperta dal 14 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020 presso laChiesa di Santa Maria dei Battuti Cividale del Friuli/UD

 

ORARI:

giovedì 15.00 - 19.00

venerdì 15.00 - 19.00

sabato 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00

domenica 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00

 

Santo Stefano 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00

Mercoledi 1 gennaio 15.00 - 19.00

Epifania 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00

 

Piero De Martin, friulano, orafo e scultore, nel 2019 onora i suoi primi quarant'anni di attività artistica ripercorrendo le sue tappe e ricordando le personali in Friuli e all'estero, lo fa con molta discrezione e rispetto percorrendo un tragitto quasi fosse di un altro. Ed invece dentro quel racconto c'è lui in prima persona e si meraviglia, per certi versi, di essere il protagonista di quella storia artistica che, invece, gli appartiene in tutti i sensi. A ricordare questi primi 40 anni sarà una  rassegna  di gioielli e sculture dal titolo "Una vita nella luce preziosa".

In 40 anni di attività molte le sue esposizioni in Italia e all'estero (Dubai, Miami, Stoccarda, San Pietroburgo, Parigi) e le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private a Monaco, New York e al Museo di Efeso (Turchia). Per Piero De Martin l'arte è una bella ed entusiasmante forma espressiva, è un'energia che si ha dentro e, ogni giorno, si trova una soluzione, un motivo per dare respiro e anche fattività ad un'idea, un progetto che si vive e si condivide con gli altri.

Tema principale di questa rassegna è la luce che esalta le sue opere, una luce che lo stesso De Martin definisce fattore dominante, un punto di riferimento, un elemento importante per dare all'opera la massima tridimensionalità. La luce è qualcosa di prezioso che fa vivere un’opera, la mette in risalto e sottolinea la sua dinamicità, esprimendo la vibrazione e l'energia dell'opera.