VIVERE PER LEGGERE - LEGGERE PER VIVERE

 La poesia ha i giorni cantati 


 
ROCCO BURTONE

 Nessun colpevole

 

conduce l'incontro

 

Michele Obit

 


Rocco Burtone ha passato la vita immerso tra il sogno e la realtà delle battaglie sociali, sempre attento alla coerenza e alla gioia del divertimento. Ha giocato con le idee e con le regole che, in quanto tali, sono spesso da sovvertire. C’è una frase che identifica bene la sua filosofia divertita: «La libertà non si vive in due, la libertà si vive in tutti». Con la musica Burtone ha viaggiato in lungo e in largo, producendo una decina di dischi, così come dieci sono anche i suoi libri. L'ultimo, dal titolo "Nessun colpevole" (Gaspari Editore), ambientato a Spilimbergo, è un giallo di natura introspettiva e sociale, in cui i protagonisti vivono immersi in un mondo di continui e accesi dibattiti pseudo filosofici, tipici di certa società degli anni Sessanta. Il ritrovamento del cadavere di una giovane attrice (probabile suicida) accende le fantasie investigative dei protagonisti, che si muovono nella città del mosaico alla ricerca di un colpevole. Un maresciallo dei Carabinieri e due ragazzini conducono le indagini. Ma la ricerca del colpevole porta anche a scoprire i modelli di vita e pensiero dei protagonisti. Il racconto si sposta quindi negli anni Settanta e, tra intemperanze politiche e diatribe sociali, i tre continuano, o meglio,
riaprono le indagini, che porteranno a scoperte e conclusioni inimmaginabili.