Dal 9 al 19 giugno - CINEMAMBULANTE Festival di cinema itinerante

 

 

 

 

 

Prima edizione - dal 9 al 19 giugno

 

 

 




Cinemambulante

Festival di cinema itinerante

 

ideato da Erica Barbiani e Elena Vera Tomasin della cooperativa Videomante

 

 

Come agli albori del cinema, quando l’industria cinematografica non si era ancora sviluppata e le sale di proiezione erano privilegio di poche città, “Cinemambulante” porterà i film nelle piazze della regione Friuli Venezia Giulia, spingendosi anche in Slovenia e in Austria.

Il programma prevede otto serate tutte a ingresso libero. Ciascuna sarà dedicata a un'opera realizzata in Friuli Venezia Giulia e la sua proiezione sarà preceduta, alle 20.30, da una piccola lezione di cinema curata e condotta da chi quell’opera l’ha realizzata o al cui successo ha contribuito.

Tratto distintivo del festival è l’Orsetto, un vecchio furgoncino rosso fiamma Om, allestito dal regista di documentari Pier Paolo Giarolo, e su cui trovano spazio proiettore e schermo. Il grande spettacolo di “Cinemambulante”, dunque, creerà per il pubblico una inedita e preziosa occasione di conoscenza della produzione e della vita cinematografica del Friuli Vg dando la parola ad autori, produttori, registi e distributori. Cosí facendo, inoltre, si rafforzerà il legame tra il cinema regionale e il suo pubblico.

“Cinemambulante” prenderà il via giovedí 9 giugno da Cividale, dove alle 20.30 aprirà ufficialmente la piccola scuola di cinema Niccolò Ammaniti. Lo scrittore incontrerà il pubblico in qualità di regista del suo “The Good Life”, sua prima prova dietro la macchina da presa, di cui percorre genesi e produzione. Seguirà la proiezione del documentario che vede come protagonisti tre uomini migrati in India per inseguire un sogno di liberazione e amore.

Venerdí 10 giugno si varcherà il confine sloveno e si raggiungerà Smartno dove alle 20.30 il pubblico incontrerà Miha Cernec, produttore di “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oletto. Le vicende del quarantenne alla deriva Paolo Bressan alle prese col nipote quindicenne campione di freccette sono rilette alla luce dello straordinario successo di pubblico registrato.

Sabato 11 giugno si tornerà in regione, precisamente a San Giovanni al Natisone, frazione Dolegnano. Qui in programma c'è l’incontro alle 20.30 con Nadia Trevisan, produttrice di “Tir” di Alberto Fasúlo, miglior film alla Festa del cinema di Roma e premio Solinas per la sceneggiatura. Seguirà la proiezione del film, storia intensa dell’ex insegnante Branko divenuto camionista per migliorare il proprio status economico.

Il primo weekend di Cinemambulante si chiuderà domenica 12 giugno ad Aquileia, località Monastero, con la lezione di cinema di Erica Barbiani e Pier Paolo Giarolo, rispettivamente produttrice e regista de “La rosa di Valentino”. Dopo l’incontro, verrà proiettato il film, una delicata storia d’amore scritta sui petali di migliaia di rose, oggetto delle cure di una inossidabile coppia di Artegna composta da Valentino ed Eleonora.

Il programma di Cinemambulante riprenderà giovedì 16 giugno a Gradisca d’Isonzo. Qui al Parco del Castello alle 20.30 la lezione di cinema sarà condotta dal matchmaker Alessandro Gropplero e dalla storica dell’arte e Art Director Paola Bristot.