"Quando Boccaccio copiò Paolo Diacono": al MAN 18 aprile

conferenza

immagine concessa dal Museo Archeologico Nazionale

Appuntamento al Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli
piazza Duomo

giovedì 18 aprile 2013
ore 17.30

“Quando Boccaccio copiò Paolo Diacono”
conferenza
della prof.ssa Laura Pani

Iniziativa organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia

Un’appassionante ricerca che porta ad una interessante scoperta, avvenuta nel dicembre dello scorso anno: un manoscritto, Harley 5383, conservato presso la British Library di Londra, contenente una copia quasi completa dell’Historia Langobardorum, scritta e glossata direttamente da Boccaccio.
Di questo ci parlerà la prof. Laura Pani, docente di paleografia presso l’Università di Udine, autrice della fortunata scoperta, nella conferenza che si terrà giovedì 18 aprile presso il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli.
Nell’anno in cui si celebra il settimo centenario della nascita di Giovanni Boccaccio, il manoscritto pone un tassello importante per ricostruire il manuale di storia antica e medievale che si sapeva appartenuto a Boccaccio e che fornì spunti preziosi allo scrittore per la stesura del Decameron. Pare, ad esempio, secondo quanto afferma Laura Pani, che fu proprio l’epidemia di peste descritta in un passo dell’ Historia Langobardorum ad ispirare Boccaccio nell’introduzione della sua Opera